Le fonti genealogiche nell'Archivio di Stato di Parma

Le principali fonti genealogiche conservate nel nostro istituto sono le seguenti, in ordine di affidabilità:

1. Registri di Stato civile: registrano i nati, i morti e i matrimoni in ogni comune della provincia. Sono redatti generalmente in due copie: una resta al comune, l'altra è depositata presso il Tribunale e, scaduti i termini, versata in Archivio di Stato. Sono le fonti più complete e affidabili per la ricerca.

*Il nostro istituto conserva i registri di Stato civile dei comuni della provincia di Parma, per il periodo 1805 al 1865 (vedi allegato).

*Per gli anni successivi occorre rivolgersi i singoli comuni. Per il comune di Parma si può contattare l’Archivio Storico del Comune: http://www.archiviostorico.comune.parma.it/archivio/default.asp?sLang=IT


2. Registri di leva: registrano solo i cittadini maschi che hanno compiuto la visita di leva, che di regola avveniva vent’anni e nel comune di residenza (non in quello di nascita).
Queste fonti sono dunque meno affidabili dei registri di stato civile poiché l’avo può aver  cambiato comune o può essere emigrato all'estero prima di compiere i vent'anni.

*Il nostro istituto conserva i registri di leva fino al 1915 circa

* Per gli anni successivi occorre rivolgersi i singoli comuni. Per il comune di Parma si può contattare l’Archivio Storico del Comune: http://www.archiviostorico.comune.parma.it/archivio/default.asp?sLang=IT

 

3. Fogli matricolari: registrano la carriera dei cittadini maschi che, superata la visita di leva e le successive estrazioni, sono effettivamente arruolati nell'esercito.
Questa fonte è poco usata per ricostruire l'albero genealogico e interessa soprattutto gli storici militari o chi ha avuto un antenato che ha partecipato alle guerre mondiali e desidera ricostruirne la vicenda.

*I ruoli matricolari della provincia di Parma sono conservati in tre istituti diversi:
- per il periodo 1841-1865 all'Archivio di Stato di Parma (sede di via La Spezia)
- per il periodo 1866-1942 all'Archivio di Stato di Piacenza
- dal 1943 occorre contattare il Distretto militare di Bologna


4. Registri ecclesiastici: comprendono i registri di battesimo, matrimonio e morte. Questi registri sono compilati dai parroci e sono generalmente conservati presso parrocchia stessa oppure nel competente archivio vescovile.
I registri ecclesiastici sono usati generalmente per completare l’albero genealogico con gli avi nati prima dell’istituzione dello Stato civile o quando non siano disponibili altre fonti più affidabili.

*Il nostro istituto conserva la versione microfilmata dei registri ecclesiastici della diocesi di Parma. E’ possibile consultare i microfilm presso la sede di via D’Azeglio